Share This Post

Archives / ED92BLOG

Sogno e Avventura: 80 anni di principesse nell’animazione Disney

Sogno e Avventura: 80 anni di principesse nell’animazione Disney

Sogno e Avventura: 80 anni di principesse nell’animazione Disney

 

 

 

 

Si è conclusa domenica 25 febbraio la mostra intitolata “Sogno e Avventura: 80 anni di principesse nell’animazione Disney”.

 

 

La mostra è stata allestita negli spazi del WOW Spazio Fumetto – Museo del fumetto, dell’Illustrazione e dell’Immagine animata di Milano (Viale Campania 12) – in occasione dell’80esimo anniversario dell’uscita nelle sale di “Biancaneve e i Sette Nani” (1937). La mostra, una delle poche nel suo genere ad essere fatta in Italia, era interamente dedicata alle principesse Disney: Biancaneve, Cenerentola, Aurora, Belle, Ariel, Jasmine, Mulan, Pocahontas, Rapunzel, Tiana, Merida, Anna, senza escludere la regina Elsa.

 

 

La mostra è stata ben organizzata e studiata per coinvolgere sia i grandi che le giovani “principesse” in visita. Infatti all’ingresso della mostra era presente una selezione di vestiti di principesse Disney a disposizione delle bimbe che li volevano indossare. Gli abiti non erano tanti, ma con un po’ di pazienza quasi tutte le piccole ospiti hanno potuto visitare la mostra vestite come le loro beniamine. In giro per le sale espositive capitava spesso di imbattersi in tante piccole Biancaneve, Rapunzel o Cenerentola. Questa semplice idea ha conferito alla mostra un pizzico di magia Disney in più.

 

 

Il percorso della mostra iniziava con l’esposizione su Biancaneve, passando poi – seguendo l’ordine cronologico dei relativi lungometraggi a cartoni animati – per tutte le principesse Disney, fino alle eroine di “Frozen”.

 

 

 

 

Per ogni Principessa, erano presenti i poster originali dell’epoca del lungometraggio che le vedeva protagoniste e alcuni disegni originali della produzione del film. Quest’ultimi, essendo molto rari, non erano tanti, ma è stato molto apprezzato il gesto dei collezionisti privati che li hanno prestati per la mostra.

 

 

 

 

 

A rendere ancora più interessante il percorso, erano le memorabilia esposte in grandi teche di vetro al centro delle sale: vecchie fiabe sonore, libri, giochi e gadget dell’epoca e nuovi. Un’intera teca è stata dedicata ai Lego Disney: un’imponente torre di Rapunzel sorgeva su un tappeto verde pieno di allestimenti e piccoli personaggi.

 

 

Ci si poteva perdere a cercare tutti i nostri amici Disney presenti, tra cui Peter Pan che volava sulla torre o il pestifero Stitch che si era intrufolato tra i fiori. Alcuni oggetti, delle collezioni più recenti, erano stati offerti dal Disney Store.

 

 

Ogni principessa aveva il suo spazio, completo di piccoli oggetti che rimandavano al film. Se per Biancaneve erano presenti tutti i Sette nani (come pupazzi del Disney Store) e la mela, per Cenerentola è stata esposta la scarpetta di cristallo (usata per la promozione del live action) e scope e stracci. Per la Sirenetta, è stata posata una forchetta su delle conchiglie (da veri esperti del film); un arcolaio era presente per la principessa Aurora, e delle bellissime riproduzioni dei suoi abiti per Mulan (che risulta una “principessa Disney”, ma non una vera principessa di fatto: non lo è di nascita, e il suo fidanzato è un generale dell’esercito imperiale cinese).

 

 

Molto suggestiva è stata la presenza della rosa nella campana di vetro per Belle (anche questa usata per la promozione del live action de “La Bella e la Bestia”).

 

 

 

 

Ad ogni principessa si abbinano due cose nel mondo dei classici Disney: una cattiva e un principe, e la mostra ha ricavato uno spazio anche per loro. Molto belli i disegni originali di Malefica e il pannello dedicato ai principi.

 

 

A chiudere la mostra un trono e una corona, con lo sfondo di una sala da ballo. Una a una le piccole visitatrici si sedevano, e con la corona e un bellissimo sorriso si facevano fotografare prima di rendere il vestito fiabesco e salutare le loro amiche principesse Disney.

 

 

Nota: WOW SPAZIO FUMETTO– Museo del Fumetto, dell’Illustrazione e dell’Immagine animato è stato inaugurato nel 2011, e si definisce “la nuova casa del fumetto di Milano”. Il WOW ospita esposizioni permanenti e temporanee, eventi culturali, proiezioni, laboratori interattivi. Al piano terra è presente una biblioteca ad accesso libero di oltre 9.000 fumetti, che coprono quasi tutta la produzione nazionale e internazionale.

 

 

Si ringrazia culturefor.com per alcune fotografie.

Giorgia Sannais

Share This Post

Poster un Commentaire

Veuillez Connexion pour commenter
  S’abonner  
Notifier de
Language